SSL

Nuovo tracciato XML 7.0 per la stampante telematica Ditron

Oggi 7 ottobre 2020 siamo stati convocati in Ditronetwork il nostro partner che ci fornisce le stampanti telematiche RT native che utilizziamo in collegamento col nostro gestionale Hotelpedia per l’emissione del nuovo documento commerciale.

Cosa è cambiato

In pratica entro il 31 dicembre 2020, pena sanzioni, tutti gli esercenti dovranno aggiornare il firmware delle stampanti telematiche per consentire l’emissione del documento commerciale non più con l’attuale tracciato 6.0 ma col nuovo tracciato XML 7.0

nuovo tracciato xml 7.0 ditron network

Il tracciato xml 7.0 è stato ideato sostanzialmente per gestire la dichiarazione annuale dell’iva (precompilata iva) e per evitare il pagamento doppio dell’iva quando si emettono ricevute segue fattura.

Tutte le stampanti Ditronetwork che venderemo da oggi in poi saranno con il tracciato XML 7.0 on board e vi ricordiamo che il credito di imposta 2020 è ancora disponibile fino ad esaurimento fondi pari a 195 milioni.

Non sono previsti attualmente incentivi per il 2021.

Le modifiche sostanziali del nuovo tracciato XML 7 del documento commerciale

Le nuove specifiche tecniche distinguono le vendite di beni dalle vendite di servizi ai fini dei pagamenti non riscossi. In particolare un pagamento non riscosso di un servizio non concorre all’imponibile IVA (quindi al campo Importo Parziale del nuovo tracciato XML). Pertanto, è importante indicare al registratore telematico se una determinata vendita riguarda una prestazione di servizio per due motivi: 1. Qualora si paghi con il nuovo tender Non Riscosso
Servizi è necessario controllare che vi sia l’ammontare di servizi disponibile in transazione. Ad esempio, pagando 10€ con Non Riscosso Servizi, è necessario che in transazione vi siano esattamente 10€ di servizi venduti. 2. Qualora si paghi con il tender Non Riscosso Generico (credito), bisogna considerarlo come Non Riscosso Servizi per la quota parte destinata ai servizi in transazione. Ad esempio, pagando 10€ con Non Riscosso Generico una transazione composta dalla vendita di un bene per 7€ e di un servizio per 3€, la quota parte di Non Riscosso Servizi sarà di 3€ e non concorrerà all’Importo Parziale.

Indipendentemente dalla modalità di utilizzo del RT, qualora venga effettuato un pagamento mediante la modalità di pagamento Non Riscosso Servizi, il dispositivo controlla se vi è un ammontare di servizi venduto in transazione pari a quello del pagamento.

La modalità di pagamento non riscosso fatture può essere utilizzata per documenti commerciali non riscossi cui seguirà una fattura.

Cliente con più codici Ateco

Nel caso di clienti con più codici ATECO il nuovo firmware Ditron sarà in grado sulla stampante RT nativa di gestire fino a 3 codici ateco e all’atto dell’emissione dello scontrino la stampante dovrà in via preliminare decidere per quale codice ateco si sta emettendo lo scontrino.

E’ possibile anche prendere più stampanti e gestirne ognuna con un codice Ateco diverso per semplificare, mentre ricordiamo che per partite iva diverse occorre sempre acquistare una nuova stampante.

I registratori telematici nativi Ditron supportano fino a 3 attività in contemporanea all’interno della stessa giornata fiscale. Ad ogni documento commerciale è associabile una sola attività ed è possibile cambiare attività in ogni momento escluso che durante l’emissione di documenti. Il dispositivo contabilizzerà tutti i dati necessari alla stesura del file xml dei corrispettivi automaticamente in maniera separata per ogni attività. Ad ogni attività è associabile un codice
ATECO che identifica, appunto, la tipologia di attività. I codici ATECO possono essere cambiati a giornata chiusa, cioè dopo uno Z Report e prima di emettere documenti commerciali. Inizialmente il registratore telematico non è in modalità Multiattività, ossia tutti i codici ATECO delle tre attività supportate sono pari a 00.00.00. * Per attivare la modalità bisogna programmare un codice ATECO valido e settare l’attività corrente a quella del codice ATECO appena programmato. * Per disattivare la modalità bisogna invece settare nuovamente i tre codici ATECO a 00.00.00, non è necessario settare l’attività corrente ad un valore specifico.

Che tempi ci sono per l’adeguamento di Hotelpedia?

Ditron ha rilasciato 3 giorni fa i nuovi firmware della stampante RT nativa che non sono ancora disponibili nella nostra area riservata retail.

In questi giorni ci invieranno in anteprima via mail i nuovi driver OPOS .NET coi quali dovremo adeguare la procedura di emissione dei documenti commerciali di Hotelpedia.

In via transitoria durante e dopo lo sviluppo nelle impostazioni generali stampante telematica introdurremo un nuovo flag usa tracciato xml 7.0 che se spuntato userà la nuova procedura.

Questo sarà fatto per consentire ai clienti di lavorare sia con l’attuale versione del firmware sia col nuovo.

Vi ricordiamo inoltre che Micropedia non ha alcuna responsabilità fiscale nei vostri confronti in quanto noi abbiamo solamente acquistato la stampante per conto vostro a prezzo conveniente da Ditron, mentre è responsabilità del concessionario che vi ha fiscalizzato la stampante adeguarla e configurarla in maniera corretta e con lui vi suggeriamo di stipulare anche un contratto di assistenza per la manutenzione periodica.

Quanto costa l’aggiornamento?

L’installazione del nuovo firmware ad opera del concessionario ha sicuramente un costo aggiuntivo per chi sta già utilizzando la stampante fiscalizzata.

Per chi non l’ha ancora messa in esercizio (obbligatorio farlo entro il 31 dicembre) avrà il costo della normale fiscalizzazione.

Per quanto riguarda Micropedia ci sarà un costo anche da parte nostra in quanto per procedere all’aggiornamento delle macchine dovremo acquistare da Ditron una password per lo sblocco della macchina legato al vostro numero di matricola.

Per sapere il numero di matricola della vostra stampante Ditron basta scrivere sul tastierino 4 chiave 300 totale 128 totale: verrà emesso uno scontrino di sistema contenente il numero di matricola della stampante telematica che dovrete inviarci via mail.

C’è inoltre il costo dell’implementazione stessa che stravolge completamente la procedura di emissione dei documenti commerciali, in quanto sono stati introdotti nuovi elementi che vanno gestiti come Il non riscosso servizi, il non riscosso fatture, lo sconto a pagare e la vendita con acconto.

L’impatto maggiore è per chi offre sia beni che servizi esempio le nostre strutture ricettive albergo ristorante e gli agriturismo.

Vi comunicheremo ulteriori informazioni tra un paio di settimane quando cominceranno le prime installazioni della nuova versione del firmware.

Noi appena riceveremo i nuovi driver aggiorneremo il firmware delle nostre stampanti in comodato per i test e ci metteremo subito al lavoro per cercare di terminare quanto prima, ma essendo i tempi stretti entro il 31 dicembre vi invitiamo fortemente a valutare l’ipotesi di cominciare ad aggiornare le macchine e lavorare a mano nel frattempo che noi completeremo l’aggiornamento per evitare sanzioni.

Noi ovviamente faremo il possibile per completare l’adeguamento al nuovo tracciato entro il 31 dicembre 2020.

Per informazioni sull’aggiornamento o per acquistare una nuova stampante telematica Ditron scrivere a info@micropedia.it